Quest’estate torneranno le fiere e i congressi. La progressiva vaccinazione della popolazione e l'arrivo del bel tempo stanno consentendo ai vari governi di allentare le restrizioni sanitarie per prevenire la diffusione del Coronavirus. Ciò fa pensare a uno scenario piuttosto ottimistico per l'estate e per settembre. In tal senso, si stanno già organizzando numerose fiere e congressi post Covid. In questo nostro post potrai scoprire tutte le novità della stagione.

Formato ibrido, la scommessa degli organizzatori di eventi

Se lo scorso anno l'alternativa alla cancellazione degli eventi è stata la celebrazione di eventi virtuali, per questo 2021, il settore punta all'organizzazione di eventi ibridi, per dare opportunità alle attività presenziali. Questo format unisce la vasta portata resa possibile dalle nuove tecnologie per le risorse virtuali e per partecipare a convegni di esperti, con il potenziale degli espositori presenziali, le dimostrazioni e le possibilità di networking offerte, ad esempio, da un pranzo di lavoro o un caffè. Aspetti sempre utili per stabilire relazioni e chiudere con successo un affare.

Il successo dipenderà dai dati della pandemia, ma anche dalla capacità di innovazione e adattamento delle aziende a queste nuove sfide che si presenteranno.

Fiere e congressi post Covid in maggio

Uno degli spazi più importanti per fiere e congressi in Spagna, IFEMA, ha progettato un nuovo modello di business, più digitalizzato, per adattarsi ai nuovi tempi. IFEMA è stato uno dei primi marchi spagnoli ad annunciare la sua transizione al modello ibrido che sta guadagnando terreno nel settore. Perché, non illudiamoci, la nuova normalità è ancora lontana dall'assomigliare al mondo cui eravamo abituati. Questa strategia consentirà alle aziende di fare a meno di tutti i propri dipendenti normalmente impiegati per la celebrazione di FITUR, la Fiera Internazionale del Turismo, che si terrà il prossimo maggio.

L'idea che i manager IFEMA hanno per le fiere e i congressi post Covid è una congiunzione tra modello fisico e digitale, che, testualmente, servirà a "rafforzare la leadership internazionale ed eliminare i confini e i limiti di tempo".

Nel frattempo, IFEMA sta definendo i dettagli per l'inaugurazione del suo primo grande evento presenziale, di carattere internazionale, dall'inizio della pandemia globale. Si prevede che le piattaforme digitali, che guidano e integrano l'evento virtuale, saranno a pieno regime nei giorni precedenti l'inaugurazione, per incrementare il pubblico e creare aspettativa per la fiera.

Fiere e congressi post Covid

World Cheese Awards

La più importante fiera internazionale dedicata al mondo dei formaggi è stata rinviata molte volte. Come in tutto il settore, anche questo congresso è stato ripetutamente posposto. In autunno, finalmente, si terrà a Oviedo (nelle Asturie), il 3, 4, 5 e 6 novembre. L'organizzazione sta già chiudendo l’elezione dei giudici internazionali che premieranno il miglior formaggio del mondo, e spera di poter aprire le iscrizioni dei produttori di tutti i continenti ad agosto, per presentare la foto di gruppo a settembre.

Posti gratuiti in Francia dal 30 giugno

La Francia ha già stabilito il suo calendario di riduzione delle restrizioni a partire da maggio. Da questa data, le limitazioni alla mobilità all'interno del paese termineranno e dal 19 maggio saranno consentiti eventi con una capacità di 800 persone al chiuso e 1.000 all'aperto. Il grande cambiamento, se si manterranno le condizioni attuali, è previsto dal 9 giugno, con l'apertura internazionale delle frontiere. Infine, dal 30 giugno, saranno ammessi gli eventi con più di mille persone al chiuso, ma richiedendo la tessera Covid.

Uno dei primi eventi presenziali di openwork sarà il Texworld Evolution Paris, dal 5 al 9 luglio, che consentirà scambi con i produttori di tessuti e di prodotti tessili finiti. Altri eventi non hanno ancora una data certa, però Navexpo, la fiera più importante del settore navale che si tiene nel porto di Lorient, ha annunciato il suo rinvio a giugno 2022, per garantire la massima affluenza.

In Italia il settore tessile torna alle fiere

In Italia tornano fiere e congressi post Covid dopo la decisione del governo di autorizzare lo svolgimento di congressi internazionali in modalità presenziale dal 15 giugno, riattivando l'intero settore. Da questa data, inizieranno a essere organizzate fiere tessili, tanto importanti per l'economia del paese, in città come Milano e Firenze. Gli organizzatori di Expo Riva Schuh e Gardabags hanno annunciato il ritorno delle fiere presenziali per il mese di luglio. Bisognerà aspettare ancora un po' per il Salone del Mobile 2021 che si terrà dal 5 al 10 settembre a Milano.