Fare regali aziendali per incoraggiare il lavoro dei dipendenti e ringraziare i clienti per la loro fiducia o per premiare l'impegno dei fornitori è una pratica comune nelle aziende di tutto il mondo. In tal senso, alcune delle consuetudini più frequenti hanno a che fare, secondo il periodo dell'anno, con la consegna dei cesti natalizi ai dipendenti, con le lotterie a premi o con la preparazione di oggetti pubblicitari con il logo dell’azienda per omaggiare la rete di clienti e fornitori. Ora che siamo nel bel mezzo del periodo della dichiarazione dei redditi, ti spieghiamo in cosa consiste il trattamento fiscale dei regali aziendali.

trattamento-fiscale-dei-regali- aziendali

Quali sono le detrazioni d’imposta?

Non tutti però sanno che i regali aziendali e i cesti natalizi hanno una fiscalità particolare con alcuni vantaggi, poiché è possibile detrarre alcune di queste spese dalle imposte sui redditi e ai fini IVA. C’è un’apposita normativa che distingue dettagliatamente tutti i casi di omaggi e donazioni aziendali che possono o meno portare a deduzioni o detrazioni. Ti raccontiamo, quindi, tutto quello che c'è da sapere per detrarre le spese per i regali aziendali e i cesti natalizi nella tua dichiarazione dei redditi.

Innanzi tutto, bisogna dire che è previsto un tetto limite al valore dell’omaggio aziendale di 50 euro. La Finanziaria 2008 riconosce la piena deducibilità degli oggetti distribuiti gratuitamente solo se il valore complessivo non supera tale limite.

Nel caso, quindi, di omaggi composti da più oggetti, come ad esempio nel caso dei cesti natalizi, il valore da considerare sarà dato dalla somma dei valori dei singoli prodotti.

Se il regalo aziendale vale più di 50 euro, si deve applicare la normativa prevista per le spese di rappresentanza, perciò la deduzione sarà commisurata ai ricavi dell’azienda:1,3% dei ricavi e altri proventi, fino a 10 milioni di euro;

  • 1,3% dei ricavi e altri proventi, fino a 10 milioni di euro;
  • 0,5% dei ricavi e altri proventi, oltre i 10 milioni e fino a 50 milioni di euro;
  • 0,1% dei ricavi e altri proventi, per la parte eccedente i 50 milioni di euro.

Nel caso delle spese di rappresentanza, però, devono essere rispettati alcuni requisiti. Il bene deve essere gratuito per il destinatario e le spese devono essere finalizzate alla promozione dei beni o dei servizi dell’azienda oppure avere a scopo di relazioni pubbliche e networking, tutto in funzione dell’obiettivo di ottenere benefici economici.

È da precisare, però, che gli omaggi per i propri dipendenti, rientrano nelle spese per prestazioni di lavoro e quindi sono completamente deducibili ai fini Ires/Irpef.

Gli omaggi ai propri dipendenti sono sottoposti a un’apposita disciplina che stabilisce la non imponibilità per il lavoratore dei regali ricevuti costituiti da beni con un valore complessivo non superiore a 516,46 euro. I “beni di lusso” sono quindi imponibili per il lavoratore. Gli omaggi in denaro, ovviamente, concorrono a formare il reddito di chi li riceve, pertanto sono sempre imponibili.

L’IVA è detraibile?

Anche in questo caso, considerando il fatto di non superare il tetto dei 50 euro di valore dell’omaggio, la detrazione prevista per l’IVA è al 100%. Perciò, è possibile detrarre integralmente l’IVA dei beni e dei servizi acquistati dalle aziende a scopo promozionale e/o di cessione gratuita.

È importante però fare una dovuta distinzione perché non sono imponibili IVA tutte le cessioni di beni che non rientrano nell’attività propria dell’azienda. In quest’ultimo caso, cioè quando gli omaggi sono prodotti o rientrano dell’attività aziendale, l’operazione di cessione è imponibile con diritto di detrazione senza limite.

Riassumendo brevemente:

L’azienda commercializza o produce l’oggetto cedutofino a 50 euroLa cessione è rilevante ai fini IVA ed è ammessa la detrazione IVA per l’acquisto dell’oggetto.
L’azienda acquista l’oggetto fino a 50 euroLa cessione NON è rilevante ai fini IVA, comunque è ammessa la detrazione IVA per l’acquisto dell’oggetto.

Detrazione IVA per i regali con logo personalizzato dell’azienda

Per tutto ciò che abbiamo detto, la pubblicità ottenuta regalando oggetti promozionali personalizzati con il logo dell'azienda ha un trattamento fiscale particolare sempre e quando il suo valore non superi i 50 euro.

Ora che sai tutto sul trattamento fiscale dei regali aziendali, ti auguriamo che nella tua dichiarazione dei redditi vada tutto nel miglior modo possibile.